Care sposine oggi vi parlerò di ciò che è di buon augurio.

Innanzitutto la sposa il giorno del matrimonio dovrà indossare qualcosa di blu, qualcosa di prestato, regalato, di vecchio e di nuovo.

L’indossare una cosa di colore  blu è segno di sincerità e purezza da parte della sposa. Un’idea potrebbe essere quella di indossare una giarrettiera o in alternativa apporre un piccolo fiocco blu sulla stessa. Naturalmente la giarrettiera andrà indossata in caso di un abito ampio e coprente. Altrimenti si potrebbe scegliere di indossare delle décolleté blu.

     
Per quel che riguarda una cosa prestata, sarà una persona cara a offrire un oggetto, proprio per simboleggiare il fatto che le persone care rimangono vicine anche nel passaggio dal vecchio al nuovo.

Una cosa regalata, sarà un gesto fatto da una persona che vuol dare importanza all’effetto che la lega alla sposa.

In merito al portare con sé qualcosa di vecchio, ogni sposa deve avere con sé un oggetto appartenente al passato proprio per non dimenticarlo nel nuovo cammino che si va ad intraprendere. Potrà essere un gioiello di famiglia oppure lo stesso velo della mamma.

 

Il significato di avere una cosa nuova è simbolo della vita che sta per iniziare e delle prove che dovranno essere affrontate.

Oltre alla tradizione delle cinque cose da portare con sé, vi è quella che i futuri sposi non si vedano e non si parlino il giorno prima delle nozze così come il momento precedente all’incontro in chiesa o in municipio.

Già conoscerete la tradizione di prendere in braccio la sposa prima di varcare la soglia di casa. Si ricorreva a questa usanza fin dai tempi dell’antica Roma, per evitare che nell’emozione del momento, la sposa potesse inciampare prima di entrare. Segno premonitore di sventura che le divinità della casa non la volevano accogliere.

Per quel che riguarda lo sposo. nel momento in cui lascia la casa per recarsi in chiesa per nessun motivo dovrà tornare sui propri passi. Infatti è bene che quel giorno anche lo sposo abbia un amico o testimone che lo segua passo per passo.

La pioggia per alcuni popoli è segno di sfortuna mentre da noi è di buon augurio “sposa bagnata, sposa fortunata!”

Rivolgendomi a voi sposi, sarebbe opportuno non acquistare insieme l’anello di fidanzamento e le fedi nuziali. Inoltre è di cattivo augurio mettersi la fede al dito prima della celebrazione del matrimonio.

Da tradizione è utile scegliere bene anche il giorno della settimana in cui sposarsi.

Il lunedì indica buona salute in quanto è il giorno dedicato alla luna, astro e dea delle spose.

Il martedì, anche se c’è la contraddizione “né di Venere né di Marte ci si sposa né si parte”, porta ricchezza.

Il mercoledì è molto favorevole.

Il giovedì potrebbe portare dispiaceri alla sposa.

Il venerdì è considerato un giorno di disgrazia.

Il sabato in realtà, la credenza popolare lo da come il giorno più sfortunato, anche se viene scelto da molte coppie per ovvie ragioni.

Anche per la scelta dei mesi ci sono delle tradizioni:

Gennaio è un mese che porta affetto, gentilezza e fedeltà. Febbraio, è il mese migliore per prendere la decisione di sposarsi, mentre Marzo assicura sia gioie che pene. Aprile promette gioia ma per nessun motivo va scelto Maggio. Giugno è il mese dedicato a Giunone la Dea che protegge l’amore e le nozze, ahimè Luglio promette fatiche e lavoro per guadagnarsi la vita. Agosto garantirà una vita ricca di cambiamenti. Settembre è il mese che donerà ricchezza e allegria ai novelli sposi. Ottobre non troppo propizio per il denaro ma indica molto amore per gli sposi. Il mese di Novembre porterà felicità e la neve di dicembre garantirà alla coppia amore eterno.

 

 

 

 

 

 

 

Share: